domenica 2 febbraio 2020
Politica e economia
Non votate i falsari che prosperano e ingrassano  sulle sofferenze  degli ammalati neoplastici
Reso pubblico prima delle elezioni in Emilia Romagna quest'appello conserva tutta la sua validità. Da leggere e diffondere.

Nel pieno rispetto di tutti  quegli ammalati  neoplastici che con piena convinzione, a volte anche per tradizione familiare , onestà intellettuale  e perfetta buona fede  votano a sinistra, ho ritenuto di informarli in modo documentato, incontestabile e verificabile, su  chi prospera e ingrassa sulle loro sofferenze, sui falsari in ambito della ricerca medico scientifica .

 

Una mafia  globale mascherata da democrazia ha pianificato il progressivo annullamento della libertà di cura e di ricerca scientifica, imponendo una medicina autoritaria asservita, con  violazione di diritti vitali, fondamentali , primari. Questi circoli di potere internazionali autentico crimine organizzato globale e centralizzato, da sempre, per antica  e atavica tradizione hanno i più zelanti servitori  nelle sinistre, ingannevole facciata,  dietro cui mascherano i loro innominabili  e immondi  interessi. I loro burattini,  da perfetti e ipocriti falsari, si atteggiano  a  difensori  dei valori sociali  e dei  diritti  della gente. Questi poteri fanno eleggere  da un popolo da loro  sempre più irretito, ingannato, disinformato, corrotto, comparse, figuranti,  al servizio  della più abietta criminalità finanziaria  che vive  prospera sull’ indegno inganno e sfruttamento della gente.

Nelle  nazioni controllate impongono e mantengono governi attraverso la gestione dell’informazione , del sistema bancario, della scuola , dell’università  e  della magistratura di  ogni  ordine e grado di potere, il tutto mascherato da una democrazia sostenuta da una  continua, ossessiva  retorica di disinformazione,  falsificazione, mistificazione di cui sono insuperabili maestri. Con decenni di anticipo mediante un nutrito e composito  collegio di esperti ,programmano e  pianificano scientificamente una serie di iniziative volte ad  estendere e consolidare il loro potere. Tra le loro strategie  l’individuazione, ed eliminazione fisica, oppure mediante discredito, diffamazione ,vilipendio, di personalità politiche, della scienza, della cultura, dell’arte, ritenute pericolose, in quanto  possono svelare l’inganno, aprire gli occhi alla gente , fare emergere verità temute, e pertanto vanificare il  loro potere azzerandone credibilità prestigio e autorità. Questi signori e i loro sinistri reggicoda fino dall’inizio hanno aggredito con rabbia, odio viscerale, ostacolato con ogni mezzo, vilipeso, diffamato, il Prof Di Bella, sicuri come sempre della loro immunità e impunità. Per il controllo della ricerca e del farmaco, con particolare attenzione, gestiscono il potere accademico  creando una  comunità scientifica loro asservita. Il  Prof Di Bella è stato immediatamente  individuato e precocemente  aggredito, come  potenziale  pericolo  per la sua personalità clinica e scientifica, la statura morale, l’incorruttibilità , il coraggio, la vastissima cultura, la stima, considerazione, il rispetto che aveva saputo acquisire, anche a livello internazionale. Il  medico e ricercatore Sergio Stagnaro scienziato noto a livello internazionale, autorevole membro New York Acàdemy of Sciences, definì il   Prof Di Bella “ L’ultimo grande clinico, un gigante in un mondo di nani”. Mio padre è stato temuto anche per  la sua repulsione istintiva al servilismo, al compromesso, all’adulazione, alla disonestà, unitamente ad un carattere schivo e al vizio imperdonabile di usare la parola per esprimere il proprio pensiero e non per dissimularlo. Le sue intuizioni, che si potrebbero definire storiche per il progresso della prevenzione e cura del cancro, come le potenzialità terapeutiche e il razionale d’impiego sinergico in un contesto  multiterapico di Retinoidi, Melatonina, Somatostatina, Vitamine E, D,C ,sono  oggi puntualmente e totalmente confermate in  letteratura  ma colpevolmente non ancora valorizzate, per diretta grave responsabilità di queste mafie e dei loro complici in ambito medico e scientifico.  Già nel 1996 dal governo di sinistra pro tempore, con  il decreto legge  25/03/96 N°161 promosso dal Prof Garattini (notoriamente di sinistra) presidente della CUF [Commissione Unica del Farmaco] fu  interdetto l’uso della Melatonina (MLT) componente essenziale del MDB. Il provvedimento innescò gravi reazioni, anche per la totale e documentata assenza di tossicità acuta e cronica della MLT. Si arrivò a manifestazioni di piazza, originate dal rifiuto a sottostare a regole, coercizioni burocratiche, commissioni e apparati. In base al decreto Garattini il medico prescrittore della MLT era penalmente perseguibile. Il Prof Di Bella non si fece intimidire, continuò le prescrizioni, scrivendo alla fine di ogni  ricetta, che il decreto legge faceva esplicito divieto al medico di prescrivere la MLT. La Corte Costituzionale accolse il ricorso dei pazienti dichiarando incostituzionale il decreto 25/03/96 N°161. Sotto la pressione dell'opinione pubblica nel 1998, il governo di sinistra, “ Obtorto collo” fu costretto ad   approvare la cosiddetta “legge Di Bella” (articolo 3, comma 2 D.L. n. 17 del 23 febbraio 98, conv. con modificazioni, dalla legge 8 aprile 1998, n. 94), che consentiva al medico di prescrivere al di fuori dei vincoli burocratici ministeriali, ma secondo scienza e coscienza. La Legge Finanziaria 2007 (al comma796, lettera Z), fu  eliminata sempre da un governo di sinistra. Il governo Prodi ha infatti abrogato questa disposizione di legge in base alla quale per 9 anni i medici avevano  potuto prescrivere farmaci di cui esisteva un razionale d’impiego scientificamente testato, ma non considerato dalle commissioni ministeriali. Il Prof Di Bella che era stato emarginato dai circoli di potere, oltre che per i risultati ottenuti, è stato tanto odiato e vilipeso perché è stato in grado di bloccare per 9 anni  il programma di asservimento della terapia e della ricerca alle logiche del profitto recuperando piena  dignità e autonomia del medico. Questi signori non hanno però  considerato quanto sia reale e mai smentito l’aforisma di Aulo Gellio “Veritas Filia Temporis“ la verità, anche se lentamente emerge sempre . La  diffamazione continuata e aggravata del MDB è sponsorizzata , finanziata , pianificata da questi centri di potere. Alcuni chiari esempi: Salvo Di Grazia ha illustrato e presentato il suo libro di insulti al Prof Di Bella definendolo anche ciarlatano, alla FESTA DE L’UNITÀ PROVINCIALE -MODENA - PONTE ALTO -DAL 27 AGOSTO AL 22  SETTEMBRE 2014:  PROGRAMMA.-“Salute e bugie. Come difendersi, da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani” Alla presentazione del libro di Salvo Di Grazia è intervenuta  Donata Lenzi, deputata Pd. Da allora il Di Grazia prosegue indisturbato come tanti che disinformano sul MDB. Tutte le denunce e querele della famiglia Di Bella cadono regolarmente nel nulla. I “poteri forti “garantiscono a  questi signori immunità e impunità. La  diffamazione del Prof Luigi Di Bella da parte della stampa  di sinistra (assoluta maggioranza nel campo dell’informazione) è  continua e aggravata, dai giornaloni come La Stampa, Corriere , ecc… con particolare virulenza dall’Espresso, Repubblica, e varie Gazzette, tutte di proprietà   di  uno dei più ricchi imprenditori italiani Carlo  De Benedetti , tessera N° 1 del PD. Disinformazione , censura e vilipendio sono  completati da blog , giornali on line ,tutti  ovviamente sinistri e da reti TV nazionali. Dopo apparente apprezzamento e momentaneo interesse al MDB  i Cinque Stelle  con improvviso voltafaccia e totale capovolgimento, si sono perfettamente allineati, uniformati, accodati  alle sinistre eleggendo alcuni dei peggiori calunniatori e diffamatori del MDB . Vi prego considerate quanto vi scrivo, pensateci . Non votate i vostri nemici, i vostri autentici carnefici, essi,  sotto mentite spoglie di onestà, sono  nemici della Verità, unica Via che porta alla Vita.

 



Giuseppe Di Bella




Indirizzo email: info@appunti.ru

Contatore visite: 586.928